domenica 17 marzo 2013

I wanna be a diva but....c'è crisi!


La diva che vi racconto questa settimana è una baby star: Shirley Temple. Bambina prodigio nata da una ex ballerina che riversa sull'unica figlia femmina tutte le sue volontà ed aspirazioni a diventare una celebre ballerina. A 3 anni, quando ha appena appreso a camminare inizia a seguire lezioni di tip tap, ed è proprio in quella scuola che incontrerà il produttore Charles Lamont che la porterà al successo. Fin dal primo film ottiene un discreto successo, ma diventerà un vero e proprio fenomeno sociale quando negli anni '30 otterrà un contratto con la FOX. L'azienda sull'orlo del fallimento, anche dato dal periodo della grande depressione, riesce a rialzarsi con l'aiuto della bambina ballerina di tip tap. A Shirley furono tinti i capelli di biondo e furono persino trasformati in perfetti riccioli, i suoi incerti capelli mossi, che diventeranno il tratto distintivo dell'attrice nota anche come "riccioli d'oro".
Sia perchè nei suoi film la trama era sempre la solita: una piccola e arguta bambina con un genitore morto che riesce a sorridere lo stesso alla vita; sia perchè trovò l'appoggio del presidente Roosvelt, la piccola diventò il simbolo dell'America anni '30. Anche durante il periodo del New Deal rimase una colonna americana: cambiò un pò la trama dei suoi film, ma rimase un simbolo d'America; tanto da portare la grande major a falsificare la sua data di nascita per allungarle l'infanzia (la Temple scoprirà la sua vera data di nascita solo all'età di 14 anni). Un fenomeno che da più sociologi e letterati fu tentato di spiegare ma che mai nessuno e' riuscito a comprendere interamente. In ogni caso con l'adolescenza anche l'interesse per la Temple svanì ben presto e soltanto a 14 anni fu costretta, anche a causa dei frequenti flop e dagli ultimi contratti recessi, fu costretta a ritirarsi dalla scena. Mentre si dedicava alla vita privata (si sposò per la prima volta a 15 anni, ma il matrimonio durò poco perchè divorziò per alcolismo e aggressività da parte del marito) riuscì a continuare ad arricchirsi anche grazie al merchandising che comunque ci fu dietro al suo nome (dischi, bambole e libri).
Nell'età adulta prese il cognome del secondo marito, l'attuale e si lanciò nel mondo della politica diventando un rappresentate del partito repubblicano ed un'ambasciatore dell'UNESCO.
Tutt'ora in vita e attiva sul fronte umanitario ve la presento in un outfit in ricordo dei suoi primi anni di successo, con l'ambizione di non superare il budget massimo di 100euro.
Alla base del look troviamo un abitino corto, con dei pois e colletto ricamato (Primark, 22euro), naturalmente abbinato ad un cappottino di pelo bianco (Target, 27euro) ed un paio di ballerine allacciate nere (Stradivarius, 34euro).
Tot= 83 euro (col resto fate della beneficenza)
Il consiglio che vi lascio riguarda la pettinatura, essendo un look un pò da lolita non scordatevi di aggiungere dei nastri di raso ai vostri capelli (sia per fare delle godine, per fermarvi una coda o un piccolo ciuffo di capelli) dello stesso colore del vestito.

ShirleyTemple

ShirleyTemple by lula6 

Alla prossima settimana e...alla prossima diva!

2 commenti:

  1. poerina lei, mi fa tanta tenerezza la sua storia, mi ricorda quella delle attricette disney....di ora, tipo la cyrus.....poeraaaaaaa!cmq adoro l'outfit superchiccoso...e l'abitino....già me lo vedo addosso!!!!*.*

    RispondiElimina
  2. Io da piccola impazzivo per lei...la cercavo sempre in tv!!

    RispondiElimina