venerdì 26 ottobre 2012

I wanna be a diva but...c'è crisi!


Sicuramente questa settimana parlando di Barbra Streisand, parliamo di una pietra miliare dell'arte scenica in quanto tale. Siamo infatti davanti alla mera rappresentazione di ciò che s'intende per artista versatile e fuori dal comune. Sicuramente non è la bellissima diva a cui siamo abituati, ma porta il suo nome con la D maiuscola. Ha fatto la storia della musica sin dalla tenera età quando scoprì di avere un talento, esibendosi in locali gay a Brooklyn. Brooklyn sarà casa sua per molto tempo i rapporti col padre adottivo, subentrato dopo la morte del padre naturale, non siano mai stati dei migliori. Una volta imboccato il successo, però, si trasferirà a Broadway che farà da sfondo perfetto a tutti i suoi successi. Colpì subito come cantante per il timbro di voce particolare e per il tipo di musica che faceva (ricordiamoci che erano gli anni del rock'n'roll e dei Beatles), tanto da ottenere subito successo e riconoscimenti. Sperimentò fin da subito anche le arti correlate recitando in film (e vincendo ben due premi Oscar per due film da lei interpretati) e musical che ebbero discreto successo. Riuscì ad ottenere ottime approvazioni e prestazioni da tutte e tre le arti, tanto da spingerla a provare anche le vesti della regia e della messa in scena televisiva. Un piccolo periodo in ricaduta l'ha registrato attorno al 2000, quando il suo primato di cantante col maggior numero di dischi venduti venne meno col tornado Madonna; ma nonostante la difficoltà ad impiantarsi in un mercato discografico moderno è rimasta l'icona della musica moderna.
Sicuramente non la vedremo a combattere per la prima posizione fra i tormentoni dell'estate, ma la ricorderemo come l'ultima artista degna di nota del mondo della musica. L'ultima grande diva che con un microfono in mano, che fosse su un palcoscenico, dietro i riflettori o davanti ad una telecamera, riusciva ad incantare un pubblico incredulo.
Imitarla nel look è anche molto semplice, persino col nostro limitato budget a 100 euro. Infatti partiamo da un vestito stretto e con vestibilità anni '90 animalieur (TopShop, 30euro) che è persino una fantasia molto apprezzata dall'artista, e che sfrutteremo anche come gonna. A questo va aggiunto un pull di maglia rosa magari non troppo lungo (H&M, 20euro). Alla nostra diva piaceva comunque articolarsi parecchio nel look e dunque non potevano mancare due maxi pendenti (Colours&Beauty, 7euro) ed una fila di bracciali che ripropongono l'effetto animalieur (Accessorize, 12euro).
Tot= 69euro (vi prego evitate commenti...)
Il consiglio che vi do riguarda le scarpe. Non è facilissimo abbinare a questo outfit un paio di scarpe, ma se posso dire la mia evitate lo stivale a metà coscia (finireste per assomigliare alla Tata Francesca) oppure delle ballerine raso terra che non valorizzerebbero il tutto. Io opterei per un classico paio di décolletée magari in velluto nero.


BarbraStreisand

BarbraStreisand di lula6 contenente 

Alla prossima settimana e...alla prossima diva

2 commenti:

  1. Una vita migliore dai rispetto alle altre...e poi devo dire che è una grande donna....Madonna l'avrà pure superata ma ha perso la dignità NE GIRO DI 10 ANNI...lei è proprio una Signora invece!VOGLIO QUEL GOLFFFFFFFFFFFFF!!!!!!!*.*

    RispondiElimina
  2. Ahahhahhahahah infatti Madonna nn potrà MAI essere una diva...s'è giocata la sua chance

    RispondiElimina