venerdì 26 ottobre 2012

Ora cosa andrà di moda nella dispensa?


Sono diversi anni che la moda sfocia anche nella gastronomia e non parliamo di pizze di Roberto Cavalli o macellerie di Miuccia Prada, ma bensì di piccole leccornie che diventano dei must su tutti i piani. Alcuni cibi, infatti, senza neanche saperlo sono diventati dei cult che tutti si doveva assaggiare, mangiare, conoscere e persino indossare. Potremmo partire da molto lontano, quando la Coca Cola divenne un must, o persino ai tempi dei primi Mc Donald o delle prime Big Babol: ma anche la storia recente ci racconta come diversi manicaretti siano scappati dalle cucine per infilarsi nel nostro guardaroba o riviste di moda. Il reale problema è che per adesso quest'anno non sembriamo stati invasi  da nessuna squisitezza, e quindi, una volta ripercorso il panorama pseudo-moderno delle golosità fashion apro ed imbandisco il primo, unico e non ufficiale toto-goloità-fashion.


Fra le primissime mode golose mi vengono in mente sicuramente i cookies: golosi biscotti frollini con goccioloni di cioccolato. Squisitezze che iniziarono ad essere elaborate in pasta di sale o altri materiali plastici per finire appesi su colli, pendenti di orecchini e ciondoli di braccialetti.


Non mi sento di dire che l'ordine cronologico sia proprio questo, ma ricordo ancora quando era assolutamente di tendenza conoscere i muffin, saperli fare e averne mangiati almeno un paio. Non c'era un vero e proprio gusto glam, ma sono sicura che persino in negozi di accessori e bigiotterie varie, erano venduti i classici fogli di carta a forma di stampo, decisamente teneri!!!


Altro obbligo morale e mondano, soprattutto quando si andava all'estero, era quello di fare una fermata al Donky Donuts proprio per fotografare, mangiare ed assaggiare almeno una donuts. Qua, a parer mio, si deve ringraziare anche un pò i Simpson che hanno fatto sì che la passione di Homer diventasse un cult della Little America de noattri. Colorate, glassate e dolcissime sono state uno dei soggetti principali degli accessori femminili.


Ma i veri colossi di tutto ciò sono stati senza dubbio i cupcakes che, sulla falsa linea dei muffin, hanno realizzato l'american dream dei dolci apparendo su abiti, riviste di moda, video famosi, pellicole mondane, gioielli e persino passerelle di haute couture. Le loro creme colorate, arricciate e glassate sono diventate più famose e fotografate delle stesse it girl.


Dulcis in fundus, e qua è veramente appropriato, sono arrivati i macarones, il primo sunto di moda francese approvata dagli stilisti, dalle fashion victim e dai registi che li hanno utilizzati come protagonisti di echo e francesismi d'autre temps. Meno golosi e pratici dei fratelli sopra citati, anche perchè quasi impossibili da riprodurre, sicuramente per i loro colori e la loro piccola ed innocua forma sono riusciti ad affascinarci.

Ma adesso cosa andrà di moda in fatto di cibo? Voi cosa vorreste indossare e gustare allo stesso tempo?

2 commenti:

  1. E' veroooooo!!!Non c'è nessuna leccornia che abbia una parvenza fashion quest'anno!!!:O Cmq secondo me alcuni tuoi post sono geniali!!*.* Io nn ci penserei mai a queste cose carine! Allora io indosserei dato che siamo a 2 mesi da natale le caramelline rosse e bianche a forma di bastoncino!!!teneri...e nn so se sono buoni ma credo di sì!però mi immagino una gonnellina bianca a ruota con i bastoncini stampati sopra e un golfino a collo alto rosso!e poi farei tornare di moda le semplici caramelle, in tutti i colori,con tutte le carte, che mi ricordano quando vado a casa della mia migliore amica, e me ne ritrovo sempre in tasca una...per farmi spuntare un sorriso!:DDD

    RispondiElimina
  2. Siiii le caramelline in stile dopoguerra...quelle senza marchio ma coloratissime!!!

    RispondiElimina