domenica 7 agosto 2011

Fa"s"t Food (part1)


Le grandi viaggiatrici (ma anche le medio-piccole), che hanno visitato anche solo un paio di capitali europee o dell'occidente cosmopolita, avranno avuto il piacere di "sentirsi a casa" in alcuni posti. Questi non-luoghi, perchè in realtà non rapresentano poi tanto, sono i fast food. Anglismo che sta per cibi veloci, nel senso di consumati velocemente, trasportabili e preparati in pochi minuti.  All'origine era considerato "fast food" l'hot dog consumato nei barroccini di NY a Wall Street, dove i finanzieri del Dow Jones, per non perdere molto tempo in pausa pranzo, mangiavano il celebre panino al wusterl guarnito di salse. Ad oggi, in realtà, il fast food è diventato il luogo dove si trovano cibi relativamente piccoli (i menù big size con i panini extra large potrebbero sfamare un continente africano!), veloci da consumare e da preparare, e disponibili a qualsiasi orario.
Alcune catene, tanto sono famose, sono presenti ogni 50 m di qualsiasi paese straniero, non solo perchè pratici, poco costosi (e per alcuni considerati pure buoni), ma perchè "fa figo" è "in".
Sembra paradossale, uno potrebbe pensare che non ci sia niente di più glamour di mangiare in un ristorante di cucina tipica francese sugli Champs-Elysée, ma non è così. Sotto l'arco di trionfo sicuramente, ma da una veranda di un fast food. Come prima parte parleremo dei più noti, quelli che ci circondano e che tra poco ci rifilano i loro hamburger persino nelle mutande!!!
Mc Donald, come non poter iniziare dal leader indiscusso nella macelleria di seconda mano, quello che ha dato vita alla moda della "merenda" americana (quando andavo alle elementari obbligai mia madre a portarmi al Mc Donald, faceva figo all'epoca ed eri considerata sfigata se non l'avevi provato. Mangiai il mio  primo hamburger e pochi secondi dopo, nemmeno lo finì, vomitai il tutto sul tavolo. Ecco perchè non mi piacciono i fast food, e solo l'odore all'ingresso o passandoci davanti mi riattivano una sorta di memoria inconscia che rischia di attivarmi qualcos'altro):

Passiamo ad un altro masterpiece del "cibo spazzatura" ovvero Burger King, nato qualche anno dopo al Mc Donald, si presenta come la versione salutare del mondo degli hamburger, quando invece diventa solo una scopiazzatura in versione maxi (Sono rimasta impressionata dal fatto che qua i panini vanno a taglie, e non potete immaginare quanto siano enormi quelli XXL. Una di quelle bestie può costituire il fabbisogno di GDA di un essere umano per una settimana!). Eppure è un posto dove mangiare di tendenza fra le nuove generazioni:

E adesso eccone un altro, Subway. Un posto idilliaco per gli amanti dei sandwich super imbottiti in quanto dentro a queste baguette c'è davvero il mondo e sono anch'essi oversize. Rapporto calorie prezzo? 100000 a 1, della serie spendi poco e ingrassi tanto:


Kfc è invece il dottore del pollo, in quanto tutti i suoi menù hanno come base il pollo fritto. Non è ancora stato appurato che sia pollo (in quanto generalmente offre ali fritte di pollo....ma quante ali hanno questi polli? E dove finisce il resto del pollo?), tanto da aver inventato anche un panino di pollo. Se avete supposto che il ripieno, formaggio fuso, si trovasse fra due ali di pollo, anziché fra due fette di pane, avete pensato bene. Tante le guerre degli animalisti contro questo simpatico vecchietto che a forza di palle di pelle di pollo, ha fatto più soldi che il figlio di Apollo :


La prossima discussione ci addentreremo nel mondo degli sweet fast food, ovvero dove l'ingrediente base è lo zucchero!

2 commenti:

  1. L'unico che nono ho mai provato e il kfc!!Anche nei film quelle ciotolone di carta con le ali di pollo fritte dentro mi hanno sempre fatto schifio, un senso di unto e bisunto!
    A subway ci presi un cornetto la mattina all'aeroporto di barcellona, la fame è brutta!!Ma vederlo ora nella strada principale della mia città, mi da un fastidio allucinante!!!A Firenze era l'ultima cosa che mancava!!!Trovarlo nei meandri del Quartiere Latino a Parigi, o nel barrio gotico a Barcellona mette ansia, da globalizzazione!Oramai invece, per Mac e Burger c'è una sorta di rassegnazione e di abitudine!!!:D

    RispondiElimina
  2. Infatti, come dimostri nella tua risposta esistono anche le abbreviazioni!

    RispondiElimina