sabato 30 novembre 2013

Arredamento....da tavola!!!


Prossimamente avete ospiti a cena o a pranzo?? Allora siete fortunati perchè avete l'occasione per acquistare tutto ciò che concerne una buona apparecchiatura per una tavola trendy e di classe.
Iniziamo con le tovagliette, sapevate che quelle in plastica americane sono più che superate? Ormai il trend è il legno che costa meno ed inquina anche meno! Ecco la proposta esclusiva ed elegante di Moneral.


Una volta messe le tovagliette, dando per scontato che sapete tutti che la tovaglia ormai è un'usanza arcaica e obsoleta, si passa ai piatti. Per quanto riguarda i piatti esistono varie scuole di pensiero e fra queste quelle della maison francese di Astier de Villate, che vede nella ceramica il futuro. La scelta pensata dalla ceramica deriva anche dal fatto che possono essere realizzate tutte le forme che si vogliano. Infatti loro propongono una tavola imbastita di stelle come piatti, tazzine come bicchieri e ciotole a dorma di fiori per servire i primi.


Per chi abbraccia e sposa questo stile neo-romantico in cucina, un'ulteriore soluzione sempre in ceramica può essere quella di Reichenbach che per la sua nuova collezione abbandona stelle e fiori, ma lascia il sapore rinascimentale della ceramica. Piatti fondi, piatti piani e vassoi tutti in coordinato e da coordinare perfettamente creando giochi e quadri da tavola.


Vere opere d'arte sono le creazioni di Bokja che nei suoi piatti-quadri riscopre l'arte raffinata della pittura cinese immortalanto anche grandi personaggi quali Frida Kahlo.


Per i ricercatori dei materiali innovativi, già stanchi della obsoleta ceramica e delle sue varie astrazioni, una buona alternativa può essere la soluzione proposta da Tom Dixon: lamine di rame più o meno profonde come piatti. Semplici, pratici e rustici, praticamente la nuova definizione di eleganza che cerca di unire tradizione grossolana a bon ton francese.

A proposito di francesi vien da sé citare anche l'opera di Pauline Deltour che propone sempre l'ottone, soltanto abbinato al collega rame, però più levigato e trattato. Non solo semplici lamine ma veri e propri piatti colorati e già accessoriati, da abbinare a bicchieri e stoviglie di altro colore, famiglia e genere.

Proprio come anticipavo la nuova tavola si accompagna di materiali, colori e forme diversi l'uno dall'altra: più composte sono, più sono moderne ed eleganti; più assomigliano a video istallazioni viste dall'altro, più sono sinonimo di ricercatezza e tendenza. Passiamo dunque a parlare dei bicchieri e nello specifico quelli di Pauline Deltour che fabbrica e disegna in legno di mogano, proprio per rispettare il principio sopra elencato.


Un'altra idea che sconvolge il mondo del beveraggio è quella di Bcxsy, che propone una serie di bicchieri bianchi sfumati. Nella stessa tavola, dunque, si può apparecchiare con bicchieri più o meno sfumati, anche a seconda di ciò che si beve, anche perchè il nuovo bon ton della tavola richiede solo le stoviglie necessarie, quelle che saranno usate, e nello specifico un massimo di tre bicchieri per commensale.


Il lato ecologico di ognuno di noi può rivelarsi ed esprimersi anche attraverso i bicchieri, soprattutto con l'aiuto di Sus Gallery e della sua collezione in ottone. Poco trattati e lavorati come il nuovo rustico che sceglie il lato economico e frugale della vita, in tutte le forme e lunghezze, ormai il pratico non è sinonimo di largo.


Persino il mondo delle posate viene sconvolto e Giò Ponti per Christofle lo sa bene! Le posate sono poche sul tavolo, giusto quelle che saranno utilizzate, e non sono molto definite, si preferisce la semplicità. Insomma grossolano, rustico e semplice, anche per le posate, non è un optional ma un must!


Vi piace questo nuovo stile di apparecchiatura? Voi possedete già qualche pezzo fra questi? Quale non mancherà sul vostro tavolo?

2 commenti:

  1. ADORO I BICCHIERI SFUMATI!!! Poi tutti così cicciottini!! Se mai avrò una casa per conto mio li voglio assolutamente, e vorrei anche le ceramiche, le prime a forma di fiori di stelle DIVINE!!! Fai proprio venire voglia di arredare casa mannaggia!!!! L'uniche cose che nn mi piacciono sono le tovagliette di legno, che mi sanno di poco pulite e il bicchieri di legno!!! Anche le posate un po' così abbozzate mi garbano da matti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono innamorata delle ceramiche sbavvvv

      Elimina