lunedì 29 aprile 2013

I wanna be a diva but...c'è crisi!!


Anche questa settimana ho deciso di presentarvi una diva "canterina" solo che, dalla voce laconica e francese della Piaf, passiamo ad una possente e decisa ugola americana. Oggi infatti vi insegnerò a vestirvi, con un budget massimo di 100 euro, come Aretha Franklin. Anima soul d'America la diva nasce da una famiglia di pastori che, quando aveva solo 4 anni si separa. Aretha e la sorella andarono a vivere col padre pastore che permise alle piccole di sperimentare la musica: cantavano e suonavano nel coro della chiesa. Nonostante la giovane età affrontò due precoci gravidanze (una a 14 e l'altra a 15 anni) che comunque non l'allontanarono dallo sperimentare la musica soul. Infatti proprio in quegli anni fu scoperta da un produttore della Columbia Records che le presentò il suo primo contratto discografico. Nel periodo alla Columbia l'artista non riesce a sperimentare tutte le capacità della sua voce poichè il contratto era molto restrittivo, ma in ogni caso riuscirà ad affermarsi nel panorama musicale anche come icona nella lotta per l'emarginazione delle minoranze. La sua ruggente voce verrà fuori dopo, però, quando sancirà un nuovo contratto quello con suo marito, Ted White, produttore dell'Atlantic Records. L'azienda permetterà all'artista di sperimentare altri generi oltre al soul ed al jazz, tanto da affermarla come stella internazionale. Se gli anni '60 sono stati gli anni d'oro dell'artista, gli anni '70 sancirono il declino della sua popolarità. L'incombente musica disco guadagnava sempre maggiore spazio ed importanza nei palinsesti musicali, tanto da far scomparire e annebbiare la Franklin. Per rivederla in classifica dovremo aspettare gli anni '80 quando tornerà ad essere un volto noto grazie anche alla sua presenza nel film cult The Blues Brothers. Dopo ciò proverà a produrre delle canzoni del genere disco che, nonostante le porteranno un discreto successo, saranno comunque mal acquistate dalla critica che non ritroverà più la sua Aretha classica e profonda di una volta. Negli anni '90 sarà coinvolta in una causa per "abbandono di contratto", anche se il termine dell'ingiuria civile è l'opporsi dell'artista a fare alcuni concerti (e solo perchè ha paura di volare), e il divorzio con lo storico marito. Soltanto recentemente le è stato diagnosticato un cancro che, per adesso, non sembra comunque piegare l'ugola della possente artista.
Per copiare il suo look non c'è meglio stagione che la primavera e soprattutto meglio soluzione di un abito stretto in vita e con gonna a ruota (Vero Moda, 69 euro) da abbinare ad un paio di open toe colorate e primaverili (Deichmann, 19,99euro).
Tot= 88,99 euro (che numero strano....)
Il consiglio che vi lascio riguarda gli accessori: sono daccordo con chi pensa che questo sia un look basico, ma se scegliete le scarpe e l'abito in colori sgargianti evitate qualsiasi tipo di accessorio. Finirete per sembrare degli addobbi natalizi....e siamo a maggio!!!

Aretha Franklin

Aretha Franklin di lula6 

Alla prossima settimana e...alla prossima diva!

2 commenti:

  1. Amo con tutta me stessa il soul e Aretha che ne è il simbolo e trovo che il cappello che ha usato per l'elezione di Obama rimane nella storia!!!:DDDD menomale ha avuto una vita..insomma, abbastanza normale ecco, a parte le gravidanze lampo!!!O.o
    l'abito che hai scelto comunque lo adoro!!!!!!!perfetto per l'estate!!!!!!

    RispondiElimina
  2. :D sapevo ti sarebbe garbato il vestitino giallo limone

    RispondiElimina