domenica 14 ottobre 2012

Souvenir golosi


Se siete dei gira mondo ed il vostro quesito primario una volta disfatta la valigia in albergo è: e mo' che gli porto ai miei amici? Finalmente potreste avere delle simpatiche indicazioni per portare golosi souvenir ultra caratteristici e improbabili.

London
Siete a Londra e sapete che tizio, caio e sempronio sono già stati a Londra, e pure voi, sarà la diciannovesima volta che ci capitate. Ma questa volta cosa posso portargli per non imbattermi nella canonica scatola di tea inglese o nella squallida tazza con la bandiera?


Sappiate che Covent Garden offre soluzioni molto inaspettate, come il fenomenale negozio di caramelle Cyber Candy dove al suo interno trovate cioccolate, caramelle e lecca lecca ai gusti o con i personaggi più impensabili. Se volete fare un souvenir tipico però, optate per i coloratissimi fagioli allo zucchero che, dentro al negozio, ti vengono serviti anche in gusti mai visti (daiquiri, mashmellow caramellato, pina colada, burro d'arachidi, gomma da masticare o caffè latte).

Paris
I tempi dei macarones sono ormai terminati e ti ritrovi a Parigi? Bhe potrei sempre prendere quella tristissima statuetta a forma di Moulin Rouge tanto anche qua...quasi tutti son già stati a Parigi!!!

Eh no...non potete ricadere così nell'ovvio e nello scontato e quindi andare a caccia del tipico burro parigino, quello generalmente usato per imbottire le baguettes, è sicuramente l'attività migliore che potreste fare. L'Echiré  è prodotto in Bretagna ed in Normandia ma può essere anche facilmente acquistato alla Grande Epicerie.

Madagascar
Ok, è parecchio generico dire Madagascar, ma in genere chi ci va è l'esotico del gruppo, quello ricco o quello presto sposo. Se ti ritrovi in uno di questi profili e ti sei ritrovato all'ultimo senza neanche un pensierino per mamma e papà, non andare a raccogliere conchiglie o sassi sul lungomare...


...fatti piuttosto portare da un albergatore o qualcuno del luogo da un rivenditore di cioccolato Robert. Se capiti nella città della fabbrica, Nosy Be, ancora meglio, potrai imparare anche le tecniche di produzione di questa azienda. Infatti il segreto di tanto successo e particolarità deriva dalla produzione delle tavolette, che ancora oggi sono fatte come 100 anni fa.

Iceland
Ci sono persone che vanno in Islanda, io ne conosco. E se oggi e domani foste voi a fare un'esperienza simile anzi che crogiolarvi sul fatto che "non c'è niente", potreste approfittare per fare qualche acquisto originale e tipico.


Se andate nell'isola di ghiaccio spero siate armati di fegato e pancreas in ottime condizioni, anche perchè là bevono alcolici dalla mattina alla sera. E per sentirvi proprio uno del posto dovete assaggiare la vodka Reyka (ottima da portare al parentado e agli amici) che oltre ad essere di uso comune in Islanda, è anche distillata grazie all'energia geotermica di un vulcano attivo e, in seguito,  filtrata nella roccia lavica.

NEW YORK
Sei a New York, l'epicentro del mondo commerciale e non sai cosa portare ad amici e parenti? Vergognati!!! E non osare tornare con la t-shirt comprata dal pakistano con su scritto I love N.Y.!


Fino all'anno scorso i cupcakes della Magnolia Bakery erano il modo ufficiale per dire a New York ti ho pensato. Anche perchè, proprio per agevolarne il trasporto, erano riposti in scatole termiche a prova di turbolenza aerea. Ma ad oggi i muffin ricoperti di nuvole di glassa dai colori pastello sono un pò passati...

Passati per lasciare il dominio alla nuova frontiera del gusto, quella della pasticceria Baked a Brooklyn. Classici cupcakes dove le glassature non sembrano disegnate e non sono sempre perfette e anche in questo caso, più che la vista, si privilegia il gusto con tanti sapori e gusti (dolci e salati) da far assaporare New York a 360°.

San Francisco
Parliamone, sei riuscito ad andare a San Francisco, a pagarti il volo, l'albergo e a prendere pure lezioni di surf e non mi hai portato nulla????

Onde evitare spiacevoli come questo, non vi costerà nulla andare a caccia della nuova frontiera della California da bere. Infatti qua è stata sperimentata la cucina molecolare, molto di tendenza, che ad oggi si è spostata anche nel mondo dei drinks. Perchè non portare ai propri amici una lattina di mojito molecolare? O addirittura il Mixology Molecolar kit?

Tokio
Qua vi è sicuramente concesso un pò di spaesamento e anche un margine di errore. Alla fine siete in una città dove tutto è il contrario di tutto. Dunque bisogna prepararci bene.


Carini come i cupcakes, dolci come i dolci e naturali perchè prodotti dai fagioli azuki, loro sono i wagashi: i cuppcakes orientali. Un ottimo modo per riproporre un'idea di sushi senza pesce crudo!!!

Italy....ecco che souvenir goloso, tipico ma originale suggerireste dal bel paese?

2 commenti:

  1. Ma che cose carine!!!!!!!!LE VOGLIO PROVARE TUTTE!A parte il mojito molecolar, anche se effettivamente, ti leva la spiacevole sensazione della fogliolina id menta incastrata nei denti!!!Comunque dal Bel Paese ci sarebbe da portare veramente di tutto,anche se io porterei a tutti LA SPUMA! nn so se resisterebbe al viaggio in aereo, però la SPUMA nn la conosce nessuno, neanche in Italia la conoscono tutti forse solo noi toscani, e invece io trovo che sia la bevanda zuccherina più buona, ottima anche a colazione...non tutte le colazioni, però a volte con la brioschina ricorda la domenica mattina con la famiglia al bar!

    RispondiElimina
  2. Ottima idea la spuma...approvo!!!

    RispondiElimina