lunedì 16 aprile 2012

Rete che vai...flop che trovi


Proprio due settimane fa vi ho parlato della serie televisiva americana Hart of Dixie, presentandola come novità di successo della serie CW con l'attrice Rachel Bilson come protagonista. Questo è un classico caso di "Ho parlato troppo presto". Infatti mi ero fermata ai giudizi della prima parte della serie che, dopo la classica pausa per controllare l'audience che fanno le varie reti, non ha ottenuto gli stessi ascolti, ma bensì gli ha persi tanti e tanti. La decisione finale è stata quella di sospendere la serie a discapito di quei pochi intrepidi followers che non sapranno mai come va a finire la storia (dato che il progetto dello sceneggiato era spalmato su almeno tre serie).


Altra serie da me molto elogiata (anche perchè la seguo ed è veramente fatta molto bene) che rischia di terminare alla prima stagione è Ringer. Anche il telefilm con Sarah Michelle Gellar ha scontato la pausa dedicata al controllo dell'audience, poichè è partita con ascolti molto alti (la novità della rete con maggiori ascolti) ed è finita con un riadattamento della trama per concluderla alla prima serie. Dobbiamo ringraziare i milioni di utenti in rete che si sono mobilitati a firmare una petizione contro la chiusura del telefilm, se almeno capitolerà con un finale che scioglie tutti i misteri, ma possiamo ben sognarci un sequel. A questo punto non so se sono io a portare merda o è la rete stessa che è stata soprannominata con un simpatico gioco di parole WC dai suoi utenti.


Probabile traguardo anche per Gossip Girl che ogni anno si preannuncia ultima serie e che invece continua a persistere. Ormai i suoi seguaci continuano a seguirlo per senso di fidelizzazione, in quanto la trama lascia sempre più a desiderare. Già l'anno scorso aveva registrato un forte calo di ascolti e la rete, sempre la CW, aveva annunciato che non ci sarebbe stata una quinta serie. Durante la registrazione della quinta serie, i direttori della major televisiva, hanno motivato le riprese parlando del forte esborso dei paesi esteri per acquistare i diritti della serie, che apparentemente compensano i bassi introiti nel paese.


Non possiamo parlare male solo del canale CW, poichè anche abc quest'anno ha ricevuto una bella batosta, che è anche più dolorosa di queste sopra citate. Il caso in questione è Playboy, la serie televisiva che doveva raccontare la storia della mason attraverso gli occhi di una coniglietta. In questo caso non si è nemmeno parlato di una seconda serie, perchè fondamentalmente non c'è stata neanche una prima, poichè dopo l'episodio Pilot (il primo per intendersi) del telefilm si è deciso di sopprimerlo. Diciamo che oltre a Hugh Hefner non se lo filava nessuno!!!


La parola flop è comunque diventata mondiale ed anche in Italia ne conosciamo bene il significato, nel nostro caso si tratta difficilmente di telefilm ma comunque abbiamo visto recentemente dei bei capitomboli. Inizierei col citarvi quello più bello, ovvero quello di Alfonso Signorini con Kalispera. Il programma proponeva una nuova stagione di interviste idiote a personaggi che lo sono ancora di più, con la conduzione ambiziosa ed egocentrica dello stesso giornalista che più che un presentatore alle prese con le interviste di attualità, sembrava una zitella acida pronta a parlar male della cognata. Diciamo che è un signor flop perchè è quello che m'ha fatta godere di più!!!


Altro abbaglio è quello di Pupo e Nina Senicar che hanno presentato un buco nell'acqua firmato Rai. La rete ha provato ha tastare il territorio della musica classica dando ai primi due maiali di passaggio il compito di fare della cultura in televisione, il risultato è stato Mettiamoci all'Opera: una cagata paurosa e noiosa. Per non parlare della non conduzione del parto più facile della storia, alias Pupo, e del salame ungherese che lo spalleggiava.


Caso a parte riguarda Francesco Facchinetti che, come un re Mida al contrario, tutti i programmi che tocca chiudono dopo tre puntate. Soltanto in questo anno ha ucciso due programmi, fra cui Accademy che probabilmente è il più memorabile anche perchè, da bravo capitano uncino-Schiettino, ha abbandonato la nave che stava affondando non conducendo l'ultima puntata. E sono convinta che anche Marco Masini si tocca quando vede un suo programma da quanto porta merda...


Una riprova sulla mia teoria che studia Facchinetti come portatore sano della sindrome della sfiga riguarda l'influenza negativa che ha portato pure alla sua attuale fidanzata: Alessia Marcuzzi. Il fatto è palese, da dieci anni che c'è il Grande Fratello solo quest'anno s'è sentito parlare di chiusura anticipata della casa!!!!


2 commenti:

  1. aahahhaahhahahahahah!!Bellissima la parte sui programmi italiani: Facchinetti è il nuovo Masini concordo!!Marco sei libero dall'etichetta di porta-merda!:DDDDDD Bellissimo!!Io ho appena iniziato Ringer, e oramai lo porterò a termine che si deve fare!!E concordo con te su Gossip Girl, che sta tirando per le lunghe e mi costringe a vedere Dan e Blair baciarsi, MI DA UN FASTIDIO!Oramai lo guardo per i vestiti più che per la trama!Per quanto riguarda i programmi italiani, non ne ho guardato manco mezzo!!E figurati che mio nonno che ascolta solo musica lirica, dopo la prima puntata, a mandato a cagare Pupo!

    RispondiElimina