venerdì 30 settembre 2011

500 modi per dire 500


Quando la Fiat ha messo in commercio la nuova 500, sapevamo che ha fatto vivere quest'evento come festa nazionale, o poco ci mancava. Erano anni che non veniva più citata una delle macchine che hanno fatto la storia dell'industria italiana. Tale vettura è stata tanto festeggiata che la Fiat ha deciso di farsi mangiare, unendosi alla cioccolateria torinese Majani che, sfruttando il logo dell'industria si è proposta in versione latte e fondente.

Cioccolatini che non potevano essere fini a se stessi e che non comunicavano la locazione torinese della Fiat, per rimediare a tutto ciò la Majani ha prodotto anche una confezione di cioccolatini ispirata al dolce tipico della città: Il cremino. I cioccolatini al gianduia e cioccolato al latte, infatti, si chiamano il Cremino, e solo la confezione e gli incartamenti ci possono far pensare al terziario piemontese.


Probabilmente è stato proprio il successo di quelle cioccolate esclusive ed inaspettate, che ha portato la società di auto più importante d'Italia ha scegliere un nuovo tipo di marketing per lanciare la 500. Scontata era la presenza della Majani, soprattutto quando si è capito che la Fiat aveva caro entrare anche nei bar o nelle pasticcerie più rinomate. Per accontentare ancora gli industriali torinesi sono stati scelti dei cioccolatini ripieni del gianduia locale, niente di meno che a forma di 500!!


Un nuovo problema è giunto con la festa per i 150 anni dell' Unione d'Italia, dove le due aziende del capoluogo piemontese volevano celebrare l'evento sfruttando un'ottima strategia di marketing. Non si sa chi delle due abbia cercato l'altra azienda, ma a noi è dato vedere il risultato di questa nuova collaborazione: delle gelatine a forma di 500 con i colori della bandiera dell'Italia (ai gusti di pera, limone e fragola). Anche queste sono un'esclusiva dei bar che possano vendere anche il peluche-confezione a forma di 500.


In ogni caso la Majani non è stata l'unica azienda ad omaggiare il nuovo modello Fiat alla sua entrata in commercio; l'azienda piemontese produttrice di champagne Boret, ha creato una bottiglia da cinquecento litri per brindare alla nuova arrivata. La serata della presentazione della macchina veniva esposta anche la bottiglia, acquistabile solo in determinati punti vendita e che, nella confezione, includeva un modellino della protagonista dell'evento.


Vi sembra poco? Sappiate che il 20 settembre la maison Gucci ha deciso di disegnare la sua Fiat 500. Adesso è in esposizione en plain air in differenti piazze d'Italia, che come un gioiello, la espongono custodita dentro una gabbia di vetro. Interni ed esterni che ricordano i colori e le forme della firma italiana e che assicurano tutta l'affidabilità del marchio Fiat. E' disponibile sia in bianco che in nero ed è candidata ad essere il veicolo dell'anno.


Contando che la produzione Majani, per essere cioccolata e gelatine, costa dai 16 ai 24 euro, direi che sono scelte di marketing molto costose e non per tutti. A noi che resta? Comprare una bottiglia di Fontana Fredda e un modellino della 500 a parte e farsi la propria confezione? Se ne può fare a meno...Oppure chiamare l'amico carrozziere che ti rifà la fiancata ispirandosi ai colori Gucci? Decisamente tamarro! O infine fondere del cioccolato e metterlo in degli stampi artificiali con su scritto Fiat? Così si perde il gianduia!!! Allora non ci resta che diventare di plastica e a dimensioni Mattel, poichè anche la Barbie ha avuto la sua Fiat 500!!!!

2 commenti:

  1. Boia ma c'è qualsiasi cosa!Manca solo i budello di to' mà della 500!!!è la seconda Hello Kitty!:DDDDDDD
    Però le caramelline gommose devono essè buone!E la 500 Gucci anche se sfiora il tamarro andante, in versione perlata può sembrare un tocco di chiccheria!la 500 Barbie la lascio a Parids Hilton!

    RispondiElimina
  2. Anche a me quelle gelatine nn m fanno per nulla gola!!

    RispondiElimina