venerdì 8 luglio 2011

Come fare moda da 3 metri sotto terra


Potrebbe suonare difficile o addirittura impossibile per molte di noi, ma c'è chi ci riesce. Sì, Alison di Pretty Little Liars (l'attrice diciassettenne Sasha Pieterse) ci riesce! La ragazza rimasta uccisa, pseudo morta, che riesce ad inviare sms dal suo smartphone (non credo sia un'abbonata 3, si dice non sia una compagnia con molta copertura e credo che da una tomba un buon wireless sia alla base della comunicazione) e che nel suo passato ha fatto soffrire tanta gente, resta una dea.
Probabilmente molta parte l'ha madre natura, poichè l'attrice è molto bella già di per sè (purtroppo mi nuoce ammettere che una ancora non maggiorenne sia triplamente gnocca rispetto a me), ma una buona parte lo fa anche il regista, che non solo è riuscito a valorizzare le quattro protagoniste della serie ( delle quali ho parlato in un post precedente), ma anche quelle che erano. Nonostante le apparizioni nei ricordi delle ragazze siano proiettate in passato recente, la ragazza viene presentata in costante futuro anteriore che annuncia, privilegia e resuscita lo stile.

Ad oggi non è più una missione impossibile fare moda e stile anche dall'oltretomba, il problema è che non viene nessuno a raccontarcelo!

2 commenti:

  1. è una morta veramente bella..e la sua pelle va in barba alla decomposizione!!ahahhaha!Ti assicuro che non c'ha manco la Wind che non piglia neanche a Ponte a Greve!!!
    ma davvero è ancora Minorenne anche nella realtà????:OOOOOOOOOOO

    RispondiElimina