sabato 26 ottobre 2013

I wanna be a diva but...c'è crisi!


Torniamo a parlare di dive italiane con Rita Pavone che questa settimana tenteremo di raccontare anche attraverso un outfit che non superi le 100 euro. Gli esordi della cantante vanno ricercati nel 1959, quando aveva ancora soli 14 anni, ed iniziò a partecipare come attrice-cantante in sceneggiati per bambini a teatro. Il suo lancio verso un pubblico più adulto avviene qualche anno dopo, nel 1962, quando partecipa (e vince) un festival dedicato alla scoperta di giovani talenti. Ottiene subito un contratto discografico e produce alcuni fra i suoi più grandi successi: Sul cucuzzolo, Datemi un martello, Fortissimo e Il ballo del mattone, che la consacrarono come una fra le nuove artiste italiane di maggiore successo. Inizia anche la sua carriera cinematografica interpretando la protagonista nel musical televisivo Il giornalino di Gian Burrasca (di cui ne scrive anche la sigla, Viva la pappa col pomodoro!); successo che le permise di interpretare altri piccoli sceneggiati musicali. E mentre raggiungeva la celebrità in Italia, diventava altrettanto popolare anche all'estero; in America iniziò a cantare assieme ai più grandi artisti del jazz e non solo. Conobbe figure di spicco in ogni campo e ottenne riconoscimenti e l'approvazione da gente del calibro di Elvis Presley, Orson Welles e Ella Fitzgerald. Purtroppo, dopo tutte queste glorie, all'inizio degli anni '70 la sua carriera iniziò a declinare in Italia. Il declino fu segnato dal suo felice matrimonio col discografo Teddy Reno, molto più grande di lei e già sposato e con figli, che non f approvato dal suo pubblico. Venne beffeggiata dai colleghi (Sandra Mondaini e Enrico Noschese inventarono parodie molto mirate alla coppia) e anche musicalmente non riuscì più ad ottenere l'approvazione del pubblico. Per rivederla fiorire nel bel paese dobbiamo aspettare la fine dei '70, quando inizia a presentare programmi televisivi dedicati interamente a lei. Fino al 2006 diverse furono le sue apparizioni in televisione e diversi anche i suoi concerti, ma in quell'anno decise di ritirarsi a vita privata. Solo ad oggi e proprio in questi mesi, Rita Pavone, è tornata a fare musica con un cd in inglese fatto solo di inediti. E come possiamo anche solo assomigliare a questa artista multiculturale e transatlantica? Tanto per cominciare dando importanza alle righe con una gonna a plissée in b/w (H&M, 13 euro) da abbinare ad una camicia bianca con fiocco nero (Mango, 60 euro). Completate l'outfit con un paio di collant neri (Calzedonia, 9 euro).
Tot= 82 euro (col resto compratevi il suo ultimo cd!)
Il consiglio che vi lascio riguarda le scarpe: sceglietele con o senza tacco a piacimento, ma che siano rigorosamente nere e a punta!

Rita Pavone


Alla prossima settimana e...alla prossima vita!

2 commenti:

  1. Oh ma che carino l'outfit è perfettissimoooo!!!
    Cmq a me la pavone da piccina mi garbava tutta bruttina nanina, la mi' mamma era fissata e voleva essere lei!!!!!in effti un metro e quaranta di acuti!!!! quella ti tira un bercio ti spettina......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahha era la preferita della mia mamma!

      Elimina