sabato 6 luglio 2013

I wanna be a diva but...c'è crisi!


Questa settimana la diva di cui ci interessiamo è l'affascinante Veronica Lake. L'attrice americana nasce a Brookling dove, pochi anni dopo la sua nascita, resterà orfana di padre (il padre era un imprenditore nel petrolifero e purtroppo rimarrà vittima di un'esplosione in una delle sue strutture). Pochi anni dopo la disgrazia, alla giovane Veronica, sarà diagnosticata la schizofrenia. Il successo lo ottenne ultimati gli studi nei college privati dove fu segnata dalla madre, quando un regista la notò principalmente per la sua bellezza. Quello che la rese una leggenda americana fu il suo ciuffo biondo naturale che cascava completamente su metà testa; e questa particolare pettinatura prese il nome di peekaboo bang e fu emulata da quasi tutte le sue colleghe. In pochi anni divenne un volto noto del cinema noir, soprattutto collaborando in coppia con Alan Ladd (unico artista abbastanza basso da poter recitare con Veronica Lake, alta solo 1m e 50). Ma il suo successo si sviluppò parallelamente ai suoi disturbi psicotici che la portarono ad aver grandi difficoltà con i colleghi ed i registi che iniziarono a snobbarla (le fu chiesto anche di cambiare pettinatura perchè quasi tutte le colleghe ormai la emulavano e soprattutto perchè i suoi capelli creani sempre forti disagi per ai macchinari nei vari set) e da allora iniziarono i suoi veri problemi. Proprio in quegli anni finì il suo secondo matrimonio, perse un figlio due mesi dopo la sua nascita, iniziò a partecipare a film che non facevano successo ed ebbe problemi col fisco. Tutta questa serie di cose la portarono ad abusare di alcolici e a peggiorare della sua malattia. La Paramount decise di scindere il contratto che aveva con l'artista e la stessa madre di Veronica la citò legalmente per non aver provveduto adeguatamente a lei. In questo periodo funesto fu costretta a dichiarare bancarotta e a ritirarsi a vita privata. In questo suo periodo fuori dagli schermi fu arrestata per abuso di alcolici mentre lavorava come cameriera in un albergo, gossip che fece velocemente il giro del mondo e portò l'attrice ad una nuovo splendore: iniziò ad essere chiamata in televisione e alla radio. Questo ritorno ai riflettori non fece bene alla salute psichica della Lake che, dopo un'ennesima crisi, fu portata in una clinica privata per curarsi. Nello stesso anno fu dimessa e pochi mesi dopo morì di epatite nel Vermont. Anche in questo caso siamo davanti ad una bellezza quasi impalpabile ed indicibile che nasconde tanta depressione e fragilità, che noi cercheremo di rappresentare in un outftit con un budget massimo di 100 euro. Per farlo basta anche solo un long dress bianco che sottolinei femminilità ed eleganza (Vero Moda, 38 euro) da abbinare a relativo tacco bianco, meglio se open toe (Aldo, 55euro).
Tot= 93 euro (col resto comprate tutto ciò che volete...oggi è il primo giorno di saldi!!)
Il consiglio che vi lascio è quasi palese....rispolverare la cara e vecchia acconciatura pekaboo bang!

VeronicaLake

VeronicaLake di lula6

Alla prossima settimana e....alla prossima diva!!!

2 commenti:

  1. che bello l'abitoooooooo!!!!
    ma la sua storia non la sapevo povera che vitaccia!!!!cmq al dilà della statura, che comprendo bene, trovo che sia bellissima davvero!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Anche secondo me, vita personale a parte, è veramente bona!

    RispondiElimina