venerdì 2 settembre 2011

Dimmi che gelato mangi e ti dirò chi sei!


Vengono fatti sempre più numerosi studi sulla personalità e sempre più indizi sulla vita comune, sembrano regalarci profili perfetti. Le grandi università americane sono riuscite a individuare caratteri in base alla scrittura. Esistono veri e propri corsi di grafologia (la disciplina che studia ciò) e si è scoperto che la grandezza delle parole e il minore o maggiore sfruttamento degli spazi bianchi, rappresentano la sicurezza o meno di una certa persona. Si può capire anche il grado di perfezionismo o ansietà guardando la pressione del tratto o la precisione nei particolari grafici (i riccioli alle a e alle o per esempio). Altra caratteristica da notare è l'andatura della scrittura, se dritta siamo davanti a persone decise, irremovibili; se tendente all'alto, siamo davanti a persone che partono con un giudizio personale molto basso e poi tendono a ricredersi; e se il tratto è calante, siamo davanti a caratteri che tendono a perdere la fiducia in se stessi molto facilmente.


Queste e molte altre caratteristiche possono venir fuori solamente da un foglio di carta scritto, figuratevi ad applicare questi studi sugli scarabocchi. Partiamo dal concetto che chi non fa scarabocchi è una persona poco fantasiosa, ingegnosa e brillante, adesso cerchiamo, basandoci sulle indagini universitarie, di evidenziare alcuni tratti caratteriali. Le persone che disegnano case ben definite o superficiali, comunicano positive o negative sulla loro situazione familiare; chi predilige immagini fisiche, ritratti o volti tende a creare il partner o l'immagine di sé ideale. Logiche, programmatiche e realiste le personalità di chi disegna immagini geometriche, tridimensionali o di oggetti a punta, mentre molto più distratte, confusionarie e ansiose quelle che fanno cerchi, scarabocchi classici o asterischi. Se è vero che ogni immagine ha un significato è chiaro che chi disegna fiori comunica affetto, chi farfalle o volatili, voglia di evadere e chi cuori o stelline, amore o altri sentimenti.


Qualcuno probabilmente ha pensato che fosse simpatico applicare questo tipo di studi anche sui gusti del gelato, e i risultati sono sembrati sorprendenti. E' chiaro che non tutti i palati saranno soddisfatti, perchè è una ricerca che è stata fatta su gusti campione, semplici e senza troppe miscelature di sapori. Cercate i vostri tre gusti (è il numero dei veri sapori che preferiamo, quelli che ci rimangano più impressi in positivo) preferiti e guardate se il vostro cono/coppetta-profile si addice:



Cioccolato fondente: Guerrieri
Cioccolato al latte: Guerrieri a parole
Nocciola: Tradizionalisti
Fior di latte: Timidi
Stracciatella: Astuti
Fragola: Dolci
Amarena: Passionali
Pistacchio: Aggressivi
Caffè: Energici
Frutti di bosco: Riservati
Menta: Egocentrici
Limone: Puntigliosi
Cocco: Noioso
Pesca: Malizioso
Albicocca: Scostante

3 commenti:

  1. Cioccolato Fondente, Amarena e Fior di latte: Guerriera, timida e passionale!!!o.O un pohinino c'ha preso!!!A me queste cose mi garbano troppo!!!Anche se alle volte mi spaventano!:O

    RispondiElimina
  2. E' bello come siano uno l'opposto dell'altro, i lati che vengono fuori dal tuo carattere...

    RispondiElimina
  3. :O dici è un male???:DDDD sembro bipolare effettivamente!!!

    RispondiElimina